Clearco - Biografia

Clearco - Biografia

Biografia

"È un po' lunga, ma d'altronde ho vissuto una vita intensa"
Riporto in questa Biografia i fatti importanti della mia vita artistica più che altro per me, dal momento che ho poca memoria e ho fatto davvero troppe cose per ricordarle tutte. È un po' lunga, ma d'altronde ho vissuto una vita intensa.

Ho diviso per colore i fatti riguardanti le Arti Visive, i Film Video, il Teatro e la Musica.

Un tempo la nota biografica cominciava così:"Nato fisicamente a Genova nel 1974..."

Buona lettura.
Anni '80
Nell'estate del 1984, Clearco prende piena coscienza dell'essere artista.
Inizia così un lungo e fruttuoso periodo di sperimentazione grafica, fotografica e pittorica di cui rare tracce si trovano ancora presso le collezioni private di amici, parenti e i primi coraggiosi collezionisti.

Esordisce su un palcoscenico nel dicembre del 1985, col nonno Mario, in "Stellina d'oro", atto unico di Amilcare Marescalchi.
Studia per 5 anni danza classica, con la coreografa Maura Rizzo.


Nel 1988 s'iscrive al Liceo Artistico Nicolò Barabino di Genova, dove fortunatamente incontrerà due maestri artisti, determinanti per la sua formazione: Gianni Stirone e Rodolfo Vitone.

Nel 1989 espone per la prima volta in una collettiva a Sanda (SV), ripetendo l’anno successivo l’esperienza sia a Sanda sia a Morbello Costa (AL).
Anni '90
All'inizio degli anni '90 intraprende le prime esperienze giovanili in campo musicale con Luca Rinaldi e la sua band e comincia a scrivere alcuni testi di canzoni.

Nel 1991 partecipa al concorso "Artisti sotto il Castello" a Campoligure (GE), e vince una targa di riconoscimento al merito.

Dal 14 marzo al 10 aprile 1992, espone all'Art Studio Bamboo di Genova, in occasione della collettiva "Uova decorate '92". Lì presenta "La Primavera di Vivaldi", una grande vetrina che riproduce la prima battuta del famoso brano musicale. Le note sono ricavate da grosse uova di legno. (Articolo Il Mercantile)

In quello stesso anno partecipa al II° Concorso Nazionale "Le Caravelle" a Chiavari e vince il 2° Premio nella Sezione Pittura.

Alla ricerca dell'arte totale, nel 1992 s'iscrive alla Facoltà di Architettura di Genova.

Nel 1993 inizia l’attività nel campo della scrittura teatrale, allestendo uno spettacolo con Laura Iadeluca dal titolo "Liceo Artico" al Teatro Albatros di Rivarolo (GE). (Segnalazione Il Secolo XIX)
Nello stesso anno ha l'occasione di collaborare come macchinista di scena nello spettacolo "Il Bar Sotto Il Mare" dei Broncoviz, al Teatro Verdi di Sestri Ponente (GE).


Nell'estate del 1993 partecipa alla mostra collettiva "La Strada" a Ventimiglia (IM), scelto da Germano Beringheli tra i giovani artisti liguri. A quella collettiva espongono: Corrado Ambrogio, Piero Boragina, Alessandro Bruno, Maurizio Campora Tosoni, Edilio Cavanna, Saverio Chiappalone, Antonio Ciarallo, Isabella Collodi, Lorenzo Costa, Massimo Luca Dagnino, Giuseppe Dal Bianco, Rossana Fiorini, Pietro Geranzani, Gianfranco Giovannoini, Maria Teresa Illuminato, Riccardo Laggetta, Sandro Littardi, David Maria Marani, Laura Mascardi, Antonio Nepita, Guy Ontillera, Massimo Parodi, Alberto Pulinetti, Andrea Rebaudo, Luca Rento, Franco Ruaro, Martine Tedesco, Anna Valla, Pino Venditti.
Clearco non è presente all'inaugurazione, perché si trova a Barcellona.

In settembre, insieme a Franca Borzone, Nicoletta Conio, Margherita Levo Rosenberg, Nella Mazzoni, Sergio Muratore, Letizia Nicolini e Lorena Viale fonda il gruppo artistico "Pandeia". Con esso partecipa al concorso "Artisti a Confronto" a San Remo e vince il Premio quale miglior gruppo partecipante.

Dal 3 al 13 febbraio 1994 espone con Lorenzo Biggi, Sergio Muratore e Davide Ragazzi al Convento di S.Maria di Castello a Genova con l’appoggio critico di Rodolfo Vitone il quale scriverà di lui: "Clearco Giuria analizza da tempo, una vasta dimensione della rappresentazione di matrice "Pop" nord americana, coinvolge nella sua analisi esperienze orientaleggianti e misticheggianti proponendo un "diario" oggettuale che diventa il racconto, la tautologia del desiderio di conoscersi meglio, e così conoscere meglio il mondo che lo circonda, confrontando se stesso con l’immagine di se’, nascondendo (ma non troppo) l’antico mito di Narciso". Tuttora questo resta il commento più puntuale del lavoro di Clearco. (Video)

Con il gruppo PANDEIA, organizza una grande mostra a San Remo in Villa Ormond dal titolo "Movimenti-Trasformazioni-Emozioni", con il patrocinio del Comune.

E’ selezionato da Fernando De Filippi per il II° Concorso IMAGINARIA 94 organizzato dal gruppo Rinascente, ed espone a Milano in una collettiva di settanta artisti scelti su novemila partecipanti da tutta Italia. In giuria ci sono Sebastiano Grasso, Katsuhiko Hibino, Giancarlo Politi, Elena Pontiggia, Luisa Somaini, Claudia Terenzi, Tommaso Trini Castelli e Angela Vettese. Tra gli artisti c'è Giuseppe Becca, Alessandra Galbiati, Giangiacomo Spadari, Miltos Manetas, Mauro Mazziero, Luciano Ori, Alessandro Papetti, Luigi Viola.

Nel 1994, sempre con Laura Iadeluca, realizza un altro spettacolo teatrale nella Sala Garibaldi (ora Sala Germi), con l’appoggio del Comune di Genova, dal titolo "Il cielo sopra Genova".

Con l’artista M.L. Dagnino realizza un ampio progetto incentrato sulla figura di Georges Perec, producendo molto materiale tra cui un libro-oggetto ed un testo teatrale, il tutto esposto nella mostra "Luci sui Forti" a Genova, in parte nella mostra "Scaffale" organizzata nella galleria Leonardi V-Idea di Genova, ed ancora all’interno della mostra "Priamar è vita" a Savona. Tutta la documentazione del progetto è ora deposta ne "Il Fondo Association Georges Perec" di Parigi.

Il testo teatrale, scritto per l'occasione dal titolo "Sproloquio perecchiano", sarà messo in scena a Forte Sperone per la regia di Aldo Amoroso.

Nel 1995, con il gruppo PANDEIA, organizza la mostra "Dell’arte volgare" al Centro Civico Buranello di Sampierdarena e, in collaborazione con il Club Tenco, realizza il progetto "Provino d’Autore" all’interno del Teatro Ariston di San Remo, durante lo svolgimento dell’annuale Premio Tenco.

Nel 1995 passa le selezioni e frequenta il primo Corso di Perfezionamento in "Teoria e Tecnica dell'Immagine - Sistemi Video", organizzato dal D.I.S.S.P.E. per conto dell’Università di Genova, diretto dal Prof. Ettore Bonessio di Terzet. Frequenterà inoltre le lezioni di Carlo Freccero e Raffaele Perrotta col quale stringerà un'amicizia e collaborerà ad alcuni progetti video-artistici. 

Nel 1996 prosegue la collaborazione con il Club Tenco riproponendo il progetto "Provino d’Autore" a Ricaldone (AL), e, in forma differente, di nuovo al Teatro Ariston di San Remo per il Premio Tenco ’96.

Nel 1996 realizza, in collaborazione con Sergio Muratore, il suo primo cortometraggio in pellicola dal titolo "NANNITOMANE", curandone la sceneggiatura e la regia, col quale partecipa alla prima edizione del Sacher Festival. Entra in contatto con il regista Silvano Agosti, il quale, dopo aver visionato il film, lo farà proiettare al cinema Azzurro Scipione di Roma.

Nel 1997 realizza un video in occasione della mostra "Graffiti Tags Aerosol Art a Genova", a cura di ARTEMEDIA allestita al Centro Civico Buranello di Sampierdarena.

In marzo organizza un mostra personale nella galleria del Club "Vecchia Corte" di Genova, con l’appoggio critico di Rodolfo Vitone.

In aprile espone a Palazzo Ducale di Genova, nella mostra organizzata per gli artisti selezionati dal Premio Provincia di Genova, dal titolo "Forme ed Immagini Contemporanee". Tra gli altri artisti espongono Francesco Arena, Alessandro Bruno, Valeria Di Mito, Lino Di Vinci, Loredana Galante, Pietro Geranzani, Mauro Ghiglione, Riikka Lenkkeri, Sergio Leta, Roberto Merani, Pietro Millefiore, Sergio Muratore, Cesare Viel. (Articolo di Germano Beringheli)

​In maggio cura l’appoggio critico per la mostra personale dell’amico artista Sergio Muratore.

Nel 1997 fa parte del team di progettazione del Museo Nazionale dell'Antartide di Genova, capitanato dagli architetti Roberto Melai, Massimo Malagugini e Fabio Piaggio. Il progetto vince il 1º Premio e nel 1998 viene realizzato all'interno dell'edificio denominato "Millo" nel Porto Antico di Genova. Il 31 agosto 2017 il Museo cesserà definitivamente la sua attività.

Nel luglio 1997 gira il cortometraggio "Solo Qui" con Giorgio Allegri, e con il quale è selezionato al Festival di Bernareggio (MI), organizzato dall’Associazione L.U.P.O..
In ottobre gira il cortometraggio "Come tu mi vuoi", con il quale partecipa ed è selezionato al FanoFilmFestival ’98, al Video Festival di Canzo ’98 ed alla seconda edizione del Genova Film Festival 1999.


In luglio espone alla Commenda di Prè a Genova all’interno della grande collettiva organizzata dal gruppo CONTAMINAZIONE con l’appoggio critico del prof. Daniele F. Grosso.

Nel gennaio 1998 realizza, insieme a Eugenio Marrè Brunenghi, le scenografie per lo spettacolo "Cuore & Amore" con la regia di Maurizio Sguotti, presentato la prima volta al Centro Culturale Francese Galliera.

Scrive un testo di cabaret dal titolo "Mia nonna" e, il 23 aprile 1998, con Luca Rinaldi e Alessandro Rebora, partecipa al 5° Festival Cabaret Emergente a Modena.


Nel 1998 partecipa alla collettiva organizzata dal gruppo CONTAMINAZIONE nei locali dell’Associazione Culturale Satura a cura di Mario Pepe. 

In febbraio partecipa alla collettiva organizzata dal Centro Culturale Mult-Indisciplinato "H.O.P. Altrove" nei locali della sede. 

In giugno organizza insieme all’artista Paolo Tedeschi, la mostra dal titolo "Clearco e Paolo T. stanno morendo" allestita nelle Cisterne del Convento di S.Maria di Castello (GE). (Segnalazione Il Lavoro)
È l'inizio del progetto "Clearco e Paolo T." .
Questo primo appuntamento esplora i modi attraverso i quali il singolo artista fonda i confini ontologici della propria de-finizione, e perciò sigilla la propria "morte".

Nel 1998 è selezionato al 1° Genova Film Festival organizzato dall’Associazione DAUNBAILO’ al quale partecipa col cortometraggio "Quasi due minuti d’illusione" girato con Teresa Marescotti. 

La sera del 25 luglio 1998 è proiettato al Nuovo Cinema Nettuno il cortometraggio sperimentale in 35 mm dal titolo "In Blue", realizzato con gli scarti di montaggio del film "Piraña paura" di James Cameron del 1981, aquistati al mercato di Porta Portese, Roma. (Segnalazione Il Lavoro)


In settembre partecipa alla collettiva organizzata dal gruppo CONTAMINAZIONE in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura di Genova, allestita nella Loggia della Mercanzia a Genova.

In dicembre partecipa alla collettiva "Segnalàti-Segnàlati-Segn’alati" allestita al Museoattivo Claudio Costa. 

In qualità di Direttore Artistico organizza, presso CONTAMINAZIONE - fabbrica d’arte contemporanea, tre mostre: la prima, dicembre 1998, una collettiva di importanti artisti genovesi e non, tra i quali Francesco Arena, Giuseppe Chiari e Mauro Ghiglione; la seconda, febbraio 1999, dal titolo "Fotocorpi" con Valeria Di Mito e Matteo Lo Monaco (Articolo Settimanale Cattolico), e la terza, marzo 1999, dal titolo "Night and Day" con Lino Di Vinci e Loredana Galante.

Nel 1999, insieme a Paolo T., inizia a scrivere e a cantare canzoni in modo continuativo.

Nel maggio del 1999 gira il cortometraggio dal titolo "L’ultima domenica della mia vita" e "Siamo tutti colorati" con il quale partecipa alla video rassegna "Welcome bienvenus - Visioni contro il razzismo", vincendo una targa al merito.

Nel giugno del 1999 partecipa alla collettiva "Luoghi Progetti Spazi d’arte" organizzata da Ettore Bonessio di Terzet con l’appoggio critico di Emanuela De Cecco, presso la Facoltà di Architettura di Genova. A questa collettiva partecipano anche Sergio Muratore, Enrico Olia e Claudio Raviolo. (Articolo Il Lavoro)

Il 18 giugno 1999 inaugura, presso la galleria Leonardi V-Idea di Genova, la mostra "Clearco e Paolo T. due figli di": è il secondo appuntamento, questa volta sul tema del debito che ciascun artista contrae nei confronti dei propri padri spirituali. (Segnalazione Il Lavoro) (Articolo di Germano Beringheli)
Anni 2000
Nel 2000 collabora con Jeanne Vazzoler alla realizzazione di quattro spettacoli teatrali per bambini.

Il 2 luglio 2000 inaugura, presso la galleria Leonardi V-Idea di Genova, l'operazione di mail-art "Clearco e Paolo T. spartizione o sparizione", terzo appuntamento sul tema dell'ineluttabile destino che accompagna il lavoro dell'artista: il farsi altro da sé smembrandosi attraverso l'opera.

In settembre partecipa alla collettiva "Tondo Italiano", mostra itinerante organizzata da Alberto Ferretti presso la Municipal Gallery a Viitasaari; Municipal Gallery a Saarijarvi e Municipal Gallery a Lapinlahti, in Finlandia.

Dal 2001 comincia a lavorare presso la Giunti Multimedia Television, negli studi installati al PST di Tortona (AL), che includono uno dei primi Virtual Set presenti in Italia.

Il 17 luglio 2001 presso la galleria Leonardi V-Idea di Genova, inaugura il quarto appuntamento del progetto Clearco e Paolo T. dal titolo "Noi c'eravamo", sul tema del coinvolgimento politico e storico nel quale inevitabilmente l'artista si scontra e si confronta.

A novembre partecipa, insieme ad Aurelio Caminati, Dario Fo, Emilio Isgrò, Emanuele Luzzati, Plinio Mesciulam, Luca Maria Patella, Tullio Pericoli, Ernesto Treccani e molti altri, alla collettiva "Per una carta visiva dei diritti umani", con l'opera "Paesaggio Italiano" dedicata a Peppino Impastato. La mostra è allestita presso l'Auditorium di Milano e curata da Massimo Geranio, per l'associazione Libera, contro le mafie.

A gennaio del 2002 partecipa ad una collettiva, presso Leonardi V-Idea, di artisti della galleria. Con lui ci sono: Paolo Tedeschi, Mauro Ghiglione, Lorenzo Biggi, Lorenzo Gatti. (Articolo La Repubblica)

A marzo viene invitato a Legnica, Polonia, per rappresentare l'Italia nella giuria del Concorso Internazionale "Satyrykon 2002".

In aprile partecipa al workshop "Storie di città", ideato e curato da Roberto Pinto e condotto da Carlos Garaicoa e Bert Theis, a conclusione del quale realizza una performance per le vie di Genova, di cui esiste una testimonianza video.

Nella primavera del 2002, insieme ad Alessandro Fellegara e Renato Bini, realizza "Profondo blu", un corto totalmente girato in Virtual Set, con la recitazione di Fabrizio Lo Presti. Il cortometraggio otterrà una Menzione Speciale della Giuria del 6° GenovaFilmFestival 2003. Il 9 giugno viene proiettato al Festival Corto Potere di Bergamo. Il 9 agosto partecipa al Festival Malescorto nel comune di Malesco. Il 5 dicembre è proiettato nell'Auditorium S. Cecilia, Perugia, in occasione di Cartoombria 2003.  La sera del 27 aprile 2004 verrà trasmesso nel programma Shortvillage Magazine, sul canale satellitare Coming Soon Television, con repliche l'1 ed il 3 maggio. Oggi il film è distribuito dalla Emmefilm.com S.r.l. e si trova fra le proposte del gestore di telefonia 3, scaricabile sul cellulare dal sito http://www.pianeta3.it

Dopo più di due anni di lavoro insieme a Paolo T., nel giugno del 2002, autoproduce il CD "Clearco e Paolo T. se la cantano e se la suonano".

Il 31 luglio, presso la galleria Leonardi V-Idea di Genova, inaugura il quinto appuntamento del progetto Clearco e Paolo T. dal titolo "Clearco e Paolo T. se la cantano e se la suonano". In questo caso il tema è l'esplorazione di un diverso linguaggio artistico. Insieme a Paolo Tedeschi, realizza un CD musicale a tiratura limitata, contenente 11 canzoni, dedicato alla memoria di Rosa Leonardi recentemente scomparsa. Il 14 agosto, sempre in galleria, inscena una performance, con Paolo Tedeschi, nella quale vengono eseguite dal vivo alcune canzoni del CD. (Articolo La Repubblica)

Il 15 settembre 2002 il CD viene presentato al primo Mercato delle Autoproduzioni di Mestre.

A novembre 2002 gira "Spacciatori d'ovvio", con Paolo T. e la recitazione di Eugenio Marrè Brunenghi. Il video, dapprima realizzato per la partecipazione alla Conferenza "Arte al futuro", presso Il Museo di Villa Croce a Genova, girerà poi autonomamente in altri allestimenti artistici e video festival.

A novembre partecipa alla collettiva "Liberiamo il futuro", allestita presso la Biblioteca Berio, Genova.

Ad aprile 2003 partecipa, insieme a Paolo T. alla collettiva "Corpi liberi", a cura di Fabrizio Boggiano, allestita presso l'Antico Palazzo della Pretura di Castell'Arquato, Piacenza. In mostra ci sono opere di Francesco Arena, Corrado Bonomi, Claudio Costa, Mauro Ghiglione, Robert Gligorov, Rebecca Horn, Allan Kaprow, Angelo Pretolani, Andres Serrano, Bill Viola e molti altri.

Nel giugno del 2003 viene selezionato tra gli artisti di Obiettivo Liguria. (Articolo La Repubblica)

Dal 2003 al 2007  lavora insieme a Eugenio Marrè Brunenghi nella Direzione Tecnica del Festival dei Due Mondi a Spoleto (PG). (Articolo Il Messaggero)

A luglio partecipa alla collettiva "Sviluppi", allestita presso la galleria Leonardi V-Idea di Genova con opere di Gino De Dominicis, Paolo Tedeschi, Gina Pane, Daniel Rothbart, Sukran Moral, Giovanotti Mondani Meccanici, Sergio Capone, Pierluigi Fresia, Minelli e Repetto, Hanne Lise Thomsen, Lorenzo Biggi, Stefano Grondona, Mauro Ghiglione, Giovanni Gastel, Giuliano Sturli, Sylvano Bussotti, Francesco Arena, Carlo Buzzi, Rivka Rinn e Alessandro Cravera.

Sempre a luglio partecipa alla collettiva "Agorà", allestita nel Centro storico di Bordighera Alta, a cura di Leo Lecci e Paola Valenti. In mostra opere di Rocco Borella, Piergiorgio Colombara, Roberto Colombo, Claudio Costa, Walter Di Giusto, Loredana Galante, Riikka Lenkkeri, Sergio Muratore, Massimo Palazzi, Antonio Porcelli e molti altri. (Articolo La Repubblica)

A settembre partecipa a "Angeli", collettiva a cura di Alessandro Abrate e Manuela Cusino, allestita presso il Chiostro del Santuario della Mellea a Farigliano (CN).

Dal 28 agosto all'11 settembre 2004, è in mostra presso la Galleria Artistico letteraria Joyce & Co. "Clearco e Paolo T. Sembra che dormono", un video in DVD della durata di 1 ora, sul tema dell'inutilità del risveglio culturale genovese in occasione di Genova Capitale Europea della Cultura 2004.

Il 2005 inizia con la vincita del Concorso "Pagine Bianche d'Autore", indetto dalla SEAT Pagine Gialle, per la copertina dell'Elenco Abbonati operatori Telefonici per la Regione Umbria. Il Concorso è preseduto da Luca Beatrice e i lavori vincenti vengo esposti al MiArt, a Milano dal 5 all'8 maggio.

Dal 19 al 28 settembre 2005 espone a Napoli alla XII Biennale dei giovani artisti dell' Europa e del Mediterraneo, a cura di Achille Bonito Oliva. (Articolo su Mecenate)

Dal 22 aprile al 13 maggio 2006 espone alla IV edizione dell'European Arteam Prize, presso il Museo Civico di Arte Contemporanea di Albissola Marina, a cura di Diego Santamaria. La giuria del premio, presieduta da Sandro Ricaldone, e composta da Luisa Castellini, Fabrizio Boggiano, Sabrina Raffaghello e Chico Schoen, assegna all'opera "Il gioco serio dei bambini", il terzo premio. "Genova Press"

Verso la fine dell'agosto 2006, gira il corto "La proposta", con Marina Minetti e Fabrizio Lo Presti. Il corto partecipa a vari Festival, tra i quali la Festa del Cinema di Roma 2006 e il Video Festival di Canzo. Il sito icorti.it l'ha inserito nel suo catalogo di corti in streaming.

Dal 5 al 17 settembre 2006 espone alla collettiva "Flashes", allestita presso BAG, Borsa Arte Giovane di Genova, a cura di Emilia Marasco e Francesca Serrati. Tra gli artisti partecipanti, Lorenzo Biggi, Guido Castagnoli, Corpicrudi, Daniele De Battè, Sissi Magnani, Sergio Muratore. (Articolo La Repubblica)

Nell'autunno del 2006 partecipa alle riprese del film "Statale 45, io Giorgio Caproni" di e con Fabrizio Lo Presti, prodotto da Les Films Du Caniveau.

Alla fine del 2006 partecipa alla manifestazione di cadenza decennale “Le cento facce della befana”, evento proposto dal Consolato Italiano organizzato da uno dei più grandi gruppi immobiliare e commerciali cinesi il Sun Hung Kai. Evento che prevede una mostra di cento artisti italiani nel colossale World Trade Center di Hong Kong, quale avvenimento di chiusura dell’anno Italia- Cina 2006. Le opere saranno poi acquisite dalla costituenda “Pinacoteca d¹arte italiana in Hong Kong”.

Alla fine di dicembre del 2006, con Paolo T. crea il blog "Preferirei sapere che piangi - Un'introduzione all'arte di Clearco e Paolo T."

Dal 12 al 14 gennaio 2007 partecipa a OpenArt, allestita presso le Sale del Bramante, in Piazza del Popolo a Roma.

Nella primavera del 2007 partecipa alle riprese de "La terza verità", per la regia di Stefano Reali, prodotto da Albatross per RAI fiction.

Dal 25 settembre al 9 ottobre 2007, sul blog www.clearcoepaolot.splinder.com, insieme a Paolo T. pubblica la serie di video "Clearco e Paolo T. è tutto vero".

Nell'inverno del 2008 scrive, dirige e recita in "Una storia di Natale", con la collaborazione di Corrado Armanetti e tutto il Borgo di Filetto (MS).
L'inverno successivo ripete l'esperienza scrivendo e dirigendo "Le Campane Sante", sempre con la collaborazione di Corrado Armanetti.


Nel dicembre del 2008, con la Compagnia di San Genesio, allestisce uno spettacolo sul tema dell'Annunciazione, proposto all'interno di "Teatrando il Natale" presso il Teatro Quartieri di Bagnone (MS).

A marzo del 2009 collabora con la Compagnia Operetta Mon Amour, per l'allestimento de "Il Paese dei Campanelli" di Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato, per la regia di Gabriella Mazza e la direzione d'orchestra del maestro Giades. Lo spettacolo è andato in scena al Teatro Colombo di Valdottavo (LU), Teatro della Gioventù di Genova e il Teatro Pacini di Pescia (PT).

A dicembre 2009 e gennaio 2010, con la Compagnia Operetta Mon Amour, collabora a "L'Acqua Cheta", di Giuseppe Pietri, libretto di Augusto Novelli, per la regia di Gabriella Mazza e la direzione d'orchestra del maestro Giades. Lo spettacolo è andato in scena al Teatro della Gioventù di Genova e il Teatro Colombo di Valdottavo (LU).
Anni '10
A gennaio 2010 scrive, dirige e recita in "Animal", un cortometraggio realizzato in collaborazione con Fosca Scotto di Perta. Il corto parteciperà al concorso Action For Women.

Sempre a gennaio 2010 collabora al videoclip della canzone "Sfumature" di Franco Boggero, per la regia di Elia Romanelli.

Dal febbraio 2010 si trasferisce in Repubblica Dominicana.

Dapprima lavora come Direttore di Produzione per SAMANAchannel, un canale televisivo turistico, trasmesso in tutta la penisola di Samaná (Articolo di Carla Viazzi su InFly), poi, insieme a Stefano De Santi, crea EnjoyHD, il primo canale televisivo in Alta Definizione della Repubblica Dominicana.

A partire dal 2010 sarà autore e produttore di svariati programmi televisivi, tra i quali "Cuerpo ConSentido", con Marlene Roa, "Movida" con Yissel Feliz, "El Magic Show de Ara", con Tia Ara, "Sabores" con Gabriella Reginato, "Dominican Life" con Yissel Feliz e "Poder Joven" con Laura Guzman.


Dal 16 aprile al 16 maggio 2010 partecipa all'Internazionale d'Arte LGBT, presso AV Art Gallerie di Torino, selezionato dal Comitato Scientifico composto da: Giovanni Minerba, Angelo Acerbi, Aurelio Mancuso, Telemaco Rendine, Carlotta Occhiena e Agnese Moreni. (Spazio Torino)

Dal 30 maggio al 31 agosto 2012 è presente in "Sotto la buona stella/Under the lucky star - Rosa Leonardi: 40 anni di ricerche, dall'astrattismo alla video arte", mostra curata da Sandro Ricaldone in collaborazione con Giorgia Barzetti, Gianfranco Pangrazio e Alessandra Visentin, realizzata dal Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce a Genova, con il supporto dell’associazione Leonardi V-idea, che ha proseguito l’attività di Rosa Leonardi dopo la sua scomparsa, e del MUCAS (Museo del caos). (Articolo di Giuliano Galletta)

Nel 2014, insieme a Guido Di Bernardo crea il Canale d'informazione turistica sulla Repubblica Dominicana "Guido La Guida".

Nel 2014 conosce l'autore musicista Valerio Piciocchi col quale, dal 2015 comincia a scrivere canzoni e forma il duo Clearco&Piciocchi Autori.

Nel 2015 termina con Valerio Piciocchi la scrittura del concept album "Storia di un pensionato ai Caraibi".


Nell'agosto del 2015 dirige il videoclip "Chica Latina" dell'artista milanese Demodave.

Nell'aprile del 2016 dirige il videoclip "Las Terrenas Samana" dell'artista Demodave.

Dal settembre 2017 lavora come Direttore di Programmazione per EN Televisión, un canale informativo trasmesso in tutta la Repubblica Dominicana e parte degli USA.

Nel dicembre del 2017 partecipa alle riprese del film "
Rubirosa", per la regia di Carlos Moreno e Hugo Rodríguez, con Manolo Cardona.

Nel gennaio del 2018 dirige il videoclip "La noche del Festival" dell'artista piemontese Ennio Marchetti.

Nel luglio del 2018 dirige il videoclip "Te Quiero" dell'artista Demodave.

Nel marzo del 2019 dirige il videoclip "Cinquentona" dell'artista Ennio Marchetti.

Nel novembre del 2019 partecipa alle riprese del film "Se busca padre", per la regia di Tito Rodríguez, con Verónica Montes.
Anni '20
Nel marzo del 2020 partecipa alle riprese del film "Carajita", per la regia di Silvina Schnicer e ​Ulises Porra, con Magnolia Nunez.

Il 10 marzo del 2020 l'etichetta MUSIC ALIVE distribuisce nei principali digital stores la canzone "E Intanto Fuori Piove", scritta con Valerio Piciocchi, che ne è anche l'interprete, e arrangiata da Paolo Di Bernardo presso lo Studio IBIZT di Brian Bizet.

Il 29 maggio, l'etichetta TILT MUSIC PRODUCTION di Londra, distribuisce nei principali digital stores la canzone in spagnolo "Amiga", scritta con Valerio Piciocchi, che ne è anche l'interprete, e arrangiata dallo stesso Piciocchi con Stefano Rasia presso lo studio IBIZT di Brian Bizet. (Articolo su The Musicway Magazine)

Il 7 giugno il brano "Torneranno sull'Olimpo nuovi e giovani Dei", scritto con Valerio Piciocchi, che ne è anche l'interprete, arrangiato presso lo studio IBIZT di Brian Bizet, vince il Premio Social Disco Novità 2020 e il 3 agosto l'album del contest viene distribuito in tutti i principali digital stores dall'etichetta TILT MUSIC PRODUCTION di Londra.


A luglio 2020 il racconto breve "Giovanile ricordo romano" viene inserito nella raccolta "Telling Roma - racconti dalla città invisibile", a cura di Patrizia Chianese e pubblicato da Erretiemme Edizioni.

Alla fine di agosto 2020, insieme ad Agostino Citti, crea il Canale YouTube "
Il Segreto di Pulcinella", il lungo racconto dell'omicidio di Pier Paolo Pasolini, partendo dalla Campagna d'Italia del '43.

Il 27 novembre esce il brano "I Tuoi Occhi Assenti", interpretato da Erika Veras, scritto insieme a Valerio Piciocchi e arrangiato da Paolo Di Bernardo presso lo studio IBIZT di Brian Bizet. Il brano viene distribuito dall'etichetta TILT MUSIC PRODUCTION di Londra. (Articolo su Liguria Notizie)

Il 10 dicembre esce l'album collettivo "
Una canzone con il Maestro" con canzoni selezionate, arrangiate e musicate dal maestro Armando Corsi. All'interno dell'album è stato inserito "Io, Pinocchio" brano scritto con Valerio Piciocchi e interpretato dall'artista pisano Valerio Simonelli. (Articolo su Radio Tuscia Events)

Il 29 gennaio 2021 esce il brano "
Torna", scritto con Valerio Piciocchi, interpretato e arrangiato da Valerio Simonelli. Il brano viene distribuito dall'etichetta TILT MUSIC PRODUCTION di Londra. (Articolo su MusicalNews)

Nel febbraio del 2021 partecipa alle riprese del film "Arthur the King" per la regia di Simon Cellan Jones, con Mark Wahlberg, Simu Liu e Nathalie Emmanuel.

Il 29 marzo 2021 esce il brano "Dall'altro lato della Luna", adattamento in italiano, scritto con Valerio Piciocchi, del brano "Del otro lado de la luna" dell'artista argentino Sergio Petroli, che lui stesso interpreta in italiano. Il brano viene distribuito dall'etichetta TILT MUSIC PRODUCTION di Londra. (Articolo Corriere Quotidiano)

Il 9 aprile 2021 esce il brano "Vita", scritto con Valerio Piciocchi, interpretato e arrangiato da Valerio Simonelli. Il brano viene distribuito dall'etichetta TILT MUSIC PRODUCTION di Londra. (Articolo su Onda Musicale)